20 Settembre 2017
immagine di testa


immagine di testa
News
percorso: Home > News > News Generiche

Formula uno – Serie B – Riflessioni di mezza estate

21-08-2017 11:34 - News Generiche
Grafico della classifica di serie B dopo il gran premio di Ungheria
Questo campionato è veramente entusiasmante e da seguire con estrema attenzione fino all´ultima gara. La lotta fra le diverse squadre è incredibile e la classifica è cortissima sia in cima che in coda.
La Toro Rosso è partita benissimo. Ha subito fatto prestazioni eccezionali ottenendo nel gran premio di Monaco il massimo vantaggio. Poi qualcosa si è bloccato. Il team ha perso un po´ di smalto nello sviluppo della monoposto. I piloti hanno fatto qualche errore di troppo. Ne ha commessi più Kvyat che Sainz. Le voci di mercato hanno creato qualche tensione interna nel team che non ha certo aiutato nelle prestazioni. Dopo questo sbandamento ed avendo perso la prima posizione dopo il gran premio della Gran Bretagna si sono ripresi alla grande. E´ stato Sainz che ha risollevato il team. Quest´anno, per lui, è una grande annata, almeno fino a questo momento, nonostante i dissapori interni con la proprietà riguardo al suo futuro. Sainz vuole un top team e sta cercando di dimostrare con le prestazioni di altissimo livello che si merita una chanche. Kvyat invece ha il problema inverso deve lottare e fare risultati per cercare di essere riconfermato. Potrebbe anche succedere che fra qualche gran premio venga addirittura sostituito.
Il team Haas è partito male ma poi ha recuperato. Ad inizio campionato c´erano molte aspettative sul team ma poi ha deluso. Poi piano piano le cose sono state messe in ordine ed ha progredito di gara in gara e lo si vede anche dal grafico con una linea dritta e sempre costante verso l´alto.
La Renault era partita benino posizionandosi come seconda forza del campionato. Poi però ha accusato alcune batture d´arresto soprattutto per problemi di affidabilità e per la poco competitività del suo secondo pilota Palmer. Nonostante tutto è riuscita a mantenere il passo delle rivali ed ora si trova a combattere alla pari per il primo posto in classifica.
In coda si è visto molto poco. La Sauber con i grossi problemi gestionali poco ha potuto fare per emergere. L´obiettivo era tenere lontana la deludente e deficitaria McLaren. Ma l´intento gli è riuscito ad inizio campionato più per demeriti della Mclaren che per meriti propri. Poi la McLaren ha avuto negli ultimi quattro gran premi una crescita lenta ma costante fino a culminare con la grandissima prestazione di Alonso in Ungheria che ha permesso al team di sopravanzare la diretta avversaria e lasciare il vergognoso ultimo posto di classifica.

E ora che succederà?
E´ difficilissimo fare un pronostico visto la lotta ristretta fra le tre favorite al titolo. La classifica è strettissima e molto dipenderà dai singoli episodi che potranno esserci in ogni singolo gran premio. Il team favorito rimane, a mio avviso, è la Toro Rosso. La macchina è buona, i piloti hanno stimoli incredibili per dare il massimo ad ogni gran premio ed il team è coeso e sta lavorando molto bene.
Il secondo team che vedo bene è la Renault. La motivazione sta nel fatto che il motore continuerà ad essere sviluppato come pure la macchina e sicuramente accresceranno gli sforzi per fare bene. Il team ha una coppia di piloti poco uniforme. Hulkenberg è una garanzia mentre Palmer fino ad ora ha deluso. Per quest´ultimo non so se basteranno le voci di mercato (clamoroso ritorno di Kubica) a fargli fare gare da "incorniciare" oppure ha proprio dei suoi limiti tecnici che non lo faranno emergere.
La terza forza di questa serie è la scuderia Haas che si sta confermando ottima sotto tutti i punti di vista. Anche in questa squadra i piloti non sembrano assemblati bene nel senso che Grosjean ha mantenuto alti standard di prestazioni e risultati, mentre Magnussen è andato a corrente alterna ma senza mai convincere pienamente. Potrebbero fare una buona seconda parte di campionato visto anche la stabilità che il team si è imposta confermando tutto l´organico, compreso i piloti ed affinando il metodo di lavoro all´interno del team.
L´ultimo posto in classifica sarà una questione esclusiva fra McLaren e la Sauber con quest´ultima prima indiziata a rimanere in fondo alla classifica. Non dipenderà da lei ma soprattutto dall´affidabilità della McLaren che fin adesso ha lasciato molto a desiderare. Come velocità si eguagliano anche se la McLaren, almeno a livello di telaio, è migliorata tantissimo. Sul fronte piloti invece non c´è storia. Alonso non si discute e Vandorme sta imparando ad andare veramente forte. In casa Sauber non saprei indicare chi fra Ericsson e Wehrlein sia il migliore. Ad oggi non hanno dato segnali particolari. Forse Wehrlein ha qualcosa in più del compagno d squadra ma la differenza è veramente poca.




digita i codici di sicurezza, se più di uno separati da uno spazio



[Realizzazione siti web www.sitoper.it]